Il ministro rinvia di un anno l’educazione civica a scuola

da | Set 14, 2019 | News | 0 commenti

Dopo la bocciatura del Consiglio superiore dell’Istruzione, il cui parere non è vincolante, il neo ministro grillino Lorenzo Fioramonti decide di rinviarla «per fare quello che Bussetti non ha fatto: dare il tempo alle scuole di organizzarsi».

Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione ha bocciato all’unanimità l’avvio fin da subito dell’educazione civica in tutte le scuole, dalle elementari alle superiori, con tanto di voto in pagella. E nonostante il parere del Cspi fosse obbligatorio ma non vincolante per il Miur, il neo ministro grillino Lorenzo Fioramonti ha deciso di seguire il «suggerimento» dell’organo consultivo della scuola e rinviare tutto di un anno. Il pasticcio dell’educazione civica nasce dal fatto che la legge è stata pubblicata in ritardo sulla Gazzetta Ufficiale, per cui il provvedimento è entrato in vigore solo il 5 settembre, quattro giorni dopo l’avvio del nuovo anno scolastico.

Per tentare di superare l’impasse il ministro uscente, il leghista Marco Bussetti, aveva trovato un escamotage: un decreto ministeriale che faceva partire l’educazione civica da subito sotto forma di «sperimentazione nazionale». Mancava a questo punto solo l’ultimo timbro: quello del Cspi. Ma il Consiglio superiore ha sconsigliato vivamente di cominciare già adesso per varie ragioni: in primo luogo perché la nuova materia-non materia avrebbe scombinato la programmazione scolastica (l’educazione civica non ha una collocazione oraria precisa ma prevede 33 ore obbligatorie all’anno da rimpallarsi fra vari docenti) e poi per dare alle scuole il modo di preparare al meglio gli insegnanti.

Il nuovo ministro della Pubblica Istruzione, Lorenzo Fioramonti, ha dichiarato: «Abbiamo appreso del parere negativo del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione relativo alla sperimentazione sull’insegnamento dell’Educazione civica. Sentirò a breve associazioni di dirigenti, docenti e studenti per discutere con loro della possibilità di avviare una seria programmazione a partire da gennaio 2020 (con tanto di fondi aggiuntivi in Legge di Bilancio), per fare quello che il precedente Ministro non aveva fatto, cioè preparare in modo efficace le scuole nell’ottica dell’introduzione dell’Educazione civica nel settembre 2020, come previsto dalla legge».

logoDirezione Didattica Statale 2° Circolo "Don Minzoni"
Somma Vesuviana (NA)

 

Ufficio Relazioni con il Pubblico

Via Don Minzoni, 16 - 80049 SOMMA VESUVIANA Tel.: +39 081 3763186 Fax: +39 081 3763186 mail: naee21400p@istruzione.it PEC: naee21400p@pec.istruzione.it
Codice meccanografico: NAEE21400P
Codice fiscale: 80022080636
Fatturazione elettronica: UFMDS1

 

 

 

© 2018 Argo Software - Portale realizzato con la piattaforma Argo Web - Template Italia configurato sul tema accessibile EduTheme V.2.0.0

shares